MTB elettriche: ideali per le escursioni dei principianti

mtb-elettriche

Il mondo dei mezzi di trasporto, e soprattutto quello della bicicletta ha avuto forti innovazioni negli ultimi anni ma in realtà il processo che ha cambiato questo strumento inizia dal passato. Gli esperti del settore hanno notato diversi elementi che hanno innovato il settore delle MTB e dagli esordi intorno agli anni ’70 ad oggi ne ha fatta di strada.

Secondo la storia, la Mountain Bike sembra nata dall’idea di un gruppo di amici californiani alla ricerca di un mezzo idoneo per affrontare i percorsi off-road; tra le innovazioni che hanno contribuito a rendere le MTB quelle di oggi spiccano il cambio indicizzato, la presenza di sospensioni e ammortizzatori sia anteriori che posteriori, le ruote da 29”, i pedali a sgancio e la fibra di carbonio che ha reso i telai più leggeri ma allo stesso tempo più resistenti. Inutile dire però che il vero cambiamento è dato dalle MTB elettriche. Suggerite come mountain bike per principianti, le MTB elettriche stanno diventando un punto di riferimento negli ultimi anni grazie alla componente tecnica ma non solo. Batterie, motore e componentistica ha fatto in modo che il settore avesse una vera e propria impennata di vendite. Ma quanto costa una bici elettrica performante? Scompariranno le bici normali in favore di un utilizzo esclusivo di bici elettriche?

Perché la MTB elettrica ha avuto successo

Stanno davvero spopolando le mountain bike elettriche e nonostante siano state definite bici per principianti sono anche molti sportivi ad utilizzarle; ottime per mantenere allenato il fisico, affrontare i percorsi off-road e riuscire a raggiungere anche i sentieri più difficili con un aiuto in più, hanno tantissimi vantaggi.

Ideali per principianti ma non solo, come accennavamo. Infatti sono perfette anche per essere utilizzate da persone non più giovanissime che possono comunque godere il piacere delle pedalate sportive all’aperto in totale sicurezza e soprattutto con un supporto nell’affrontare salite faticose. Secondo alcuni studi fanno bene alla salute, anzi alcuni dicono essere anche più salutari della bici tradizionale poiché aiutano a coprire maggiori distanze e quindi a bruciare più calorie senza però affaticarsi troppo. Un altro vantaggio? Sono così comode e pratiche che molte persone mettono da parte l’auto; ecco quindi che diventano una scelta ecologica per fare la propria parte nel ridurre emissioni di CO2 in città.

I dati sulle e-bike e MTB elettriche

Gli ultimi dati in Italia non sono poi così datati e dimostrano un grande interesse per una mobilità più green: i rincari della benzina, l’attenzione all’ambiente ma anche il desiderio di prendersi cura di sé e passare del tempo all’aria aperta sta favorendo l’acquisto di questo mezzo. Secondo alcuni dati nel 2020 il mercato ha segnato un +44% di vendite rispetto al 2019 dove erano state registrate 3,7 milioni di vendite in Europa. Si prevede che il mercato continui a salire e nel 2030 ci saranno circa 17 milioni di e-bike su territorio.

Le e-bike in tutte le loro varianti hanno così tanto successo poiché riescono a conquistare fasce diverse che le utilizzano per motivi differenti: ci sono gli appassionati di sport, che la utilizzano per fare percorsi impegnativi, i cicloturisti che la scelgono per viaggiare, ci sono poi i pendolari che la utilizzano in città per fare i tragitti casa lavoro e commissioni evitando l’auto e il costo dei parcheggi. Secondo la stessa statistica divulgata il 30% degli italiani desidererebbe acquistarne una ma è bene ricordare anche che non tutti sono preparati per utilizzarla; insomma molti modelli elettrici riescono a raggiungere velocità sostenute fino a 45 km/h.

La MTB elettrica sostituirà la bici tradizionale? Probabilmente il numero di bici tradizionali si abbasserà sempre di più; i numerosi vantaggi che non vanno ad escludere un allenamento intenso convincono anche i puristi dello sport e ci muoveremo sempre di più in quella direzione per motivi green. Nel frattempo sicuramente continueranno ad essere migliorate a livello di performance, dando all’acquirente una bici sempre più all’avanguardia.