voucher-digitale

Innovare i processi aziendali? Sì, è sempre un’ottima idea. E con il voucher digitale Roma è del tutto possibile farlo. Negare che viviamo ormai in una realtà sempre più tecnologica e digitale sarebbe un errore, in effetti, considerando che le soluzioni ci sono e sono differenti, anche da personalizzare sulla base dei servizi e dei prodotti offerti. Per le PMI, il voucher è un’occasione d’oro: il consiglio che diamo è di affidarsi a una realtà specializzata per ricevere supporto per la richiesta del voucher, ovvero Alsolved, di cui parleremo.

Voucher digitalizzazione, cos’è nello specifico

Il mondo è sempre più globalizzato. La digitalizzazione, pertanto, si sta rendendo necessaria per moltissime realtà, che non solo cercano di innovarsi, ma al contempo di migliorare la gestione del proprio business. Pensiamo ai tanti software che negli ultimi anni sono stati strutturati per semplificare il lavoro degli HR: senza, staremmo ancora facendo i turni dei lavoratori con carta e penna. L’uso consapevole della tecnologia, quindi, porta di fatto a semplificare, ottimizzare e risparmiare le risorse, da destinare a lavori meno noiosi.

Ma come è possibile realizzare tutto questo? Ogni investimento, del resto, richiede una somma di denaro, e la digitalizzazione non ha un costo minimo. Ecco perché sono stati stanziati dei voucher per la digitalizzazione delle imprese, ovvero un incentivo che viene fornito alle PMI, ovvero le piccole e medie imprese italiane, dal Ministero dello Sviluppo Economico (MISE). L’obiettivo, come abbiamo visto, è quello di avviare il processo di digitalizzazione: questa misura agevolativa è rivolta alle micro, piccole e medie imprese, e il voucher viene erogato sotto forma di contributo con un importo che può arrivare a 10mila euro.

Come funziona il voucher digitalizzazione PMI

Apriamo qui un paragrafo a parte per spiegare il funzionamento del voucher digitalizzazione PMI: deve essere usato esclusivamente per le sue finalità, quindi l’adozione di interventi mirati alla digitalizzazione. Arriviamo al dunque, a questo punto, ovvero come funziona il voucher per la digitalizzazione delle PMI?

Uno dei requisiti lo abbiamo già anticipato, ovvero il MISE stanzia questo incentivo per le micro, piccole e medie imprese. Devono essere costituite da qualsiasi forma giuridica e devono rispettare i requisiti che sono contenuti nell’art. 5 del decreto 23 settembre 2014. Chiaramente ci sono delle limitazioni, ovvero questo voucher non può essere richiesto dalle imprese che non si trovano nell’articolo 1 del regolamento (UE) n. 1407/2013.

Cosa si può comprare? Quali sono le spese previste dal voucher digitalizzazione PMI? Diverse, in realtà, come per esempio l’acquisto di hardware, software e servizi di consulenza specialistica, magari per lo sviluppo di un e-commerce, o ancora sono incluse le spese di attivazione dei servizi legati alla banda larga e ultralarga. Il voucher digitalizzazione è utile anche per sostenere una spesa per l’acquisto di servizi dedicati alla formazione.

Come richiederlo?

Prima di tutto, è sempre possibile – anzi, consigliamo di farlo – consultare il sito del MISE, per qualsiasi evenienza e per comprendere a fondo i requisiti previsti dal voucher per la digitalizzazione. Le imprese possono richiedere assistenza in qualsiasi momento, sia mediante e-mail quanto contatto telefonico, dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 17:00. Il consiglio che diamo, tuttavia, è di rivolgersi agli esperti del settore come Alsolved, il cui servizio è completo, rapido ed efficiente, poiché consiste nell’analisi della fattibilità fino alla compilazione della domanda. Non ultimo, la concessione del voucher digitalizzazione per le PMI.

Alsolved propone, quindi, un supporto completo e professionale a tutte le PMI per realizzare la domanda, raccogliendo ovviamente la documentazione necessaria per il progetto. Un team di esperti di finanza agevolata è sempre al fianco della PMI, e l’assistenza professionale è fornita persino durante la fase di rendicontazione, così da ottenere l’erogazione del finanziamento. Il loro è un approccio consulenziale e su misura, mirato ad essere al fianco del cliente in modo continuo, proficuo e tempestivo. Il plus? Offrono un servizio di consulenza gratuita e di aggiornamento nel settore non solo ai clienti fidelizzati, ma anche ai nuovi.