Karate e Judo per ragazzi e bambini: perché iscriverli ai corsi di arti marziali

karate-judo-bambini-ragazzi

Fare sport fa bene: aiuta a sviluppare la muscolatura e ad allenare il sistema cardiocircolatorio ma non è solo una questione di benessere fisico. Fare attività sportiva insegna disciplina, impegno e spirito di squadra ma anche rispetto. Ecco perché i corsi di karate e judo per ragazzi e bambini sono l’occasione per iscriverli e farli crescere.

Perché iniziare a praticare arti marziali

I bambini si avvicinano allo sport con entusiasmo, per loro è un modo di divertirsi ma allo stesso tempo è anche un modo per dargli una lezione di vita importante. Iscriversi a corsi di arti marziali o scrivere i propri figli è un’ottima idea, oggi con l’aiuto di fruitandfitness.it che si occupa di Karate e Judo con un corso per ragazzi e bambini vogliamo svelarti alcuni motivi validi per praticare questa disciplina.

Per prima cosa mettiamo la salute: il cuore soprattutto ma anche i muscoli del corpo diventano più forti, avere una circolazione sanguigna attiva e flessibile è un obiettivo che si raggiunge con questa tipologia di allenamento. Come accennato però non è solo questione di benessere, si riesce anche a migliorare la coordinazione riflettendosi poi su equilibrio e riflessi. L’agilità aumenta e va stimolata fin dalla tenera età così da riuscire ad avere maggiore consapevolezza e padronanza del proprio corpo.

Un altro aspetto importante è quello sulla salute mentale: chi pratica attività sportiva e in modo particolare arti marziali riesce ad avere maggiore focus nella vita, andando a gestire con più capacità i pensieri negativi avendo quindi maggiore equilibrio. Un risvolto importante che si rispecchia in molti atleti di questa disciplina è una maggiore consapevolezza che si riflette in una maggiore fiducia in se stessi.

Da non sottovalutare sono poi gli aspetti del lavoro di squadra, del rispetto dell’avversario e della disciplina: il coach non è solo un allenatore ma molto di più, è un maestro di vita. Sono stati evidenziati notevoli miglioramenti in caso di bullismo e nelle capacità relazionali.

Karate e judo per bambini e ragazzi: cosa devi sapere

Alcuni pedagogisti consigliano lo sport per gestire i bambini più vivaci; non si tratta solo di una valvola di sfogo ma di un percorso di crescita e consapevolezza che insegna anche il rispetto dei tempi e degli altri. Non solo sui più vivaci però riesce ad offrire vantaggi, anche i ragazzi più timidi ed insicuri riescono a trovare importanti miglioramenti in un percorso sportivo.

Karate VS Judo: le differenze

Le arti marziali nascono come sport di combattimento orientale ma si sono diffuse in tutto il mondo come pratica sportiva. Alla base del successo non c’è il semplice sport ma il fornire competenze di autodifesa, attacco e gestione della spiritualità e del benessere mentale. Per diventare sport hanno impiegato diversi anni ma oggi sono tra le attività più complete e consigliate soprattutto per i ragazzi che possono imparare non solo coordinazione e tecniche ma anche rispetto, socializzazione e competitività sana.

Dovessimo fare un confronto tra Judo e Karate possiamo dire che sono molto praticate entrambe su suolo italiano ma hanno delle differenze; si parte proprio dallo scopo e dal contatto che differiscono nelle singole discipline. Se nel Judo il contatto è assolutamente diretto, nel Karate si può mantenere una distanza. Possiamo inoltre identificare un’altra differenza: se la prima viene vista più come un’arte difensiva, la seconda insegna molto di più l’attacco.

Per capire quale sia il percorso più corretto per i bambini e i ragazzi coinvolti è il caso di contattare una scuola specializzata che in base agli obiettivi, ai gusti e alle predisposizioni saprà guidare i più piccoli nella scelta più adatta ottenendo tutti i benefici da questo sport.