Viti per il legno: le tipologie giuste per le lavorazioni

viti-legno

Chi lavora in ambito fai da te o costruzioni ma anche gli appassionati di hobbistica sanno che non tutte le viti sono uguali; si distinguono per tipologia di testa, innesto, punte e misure: queste sono solo alcune delle caratteristiche che possono identificarle, oggi vogliamo parlarti in modo particolare di viti per legno. Le viti per il legno sono di diverse tipologie e tra queste spiccano le truciolari; in questo articolo vedremo nel dettaglio come scegliere quella giusta a seconda del lavoro che intendi praticare.

Viti per legno

Le viti per legno sono viti appositamente progettate per essere utilizzate nel legno, caratterizzate da una testa larga e da un gambo robusto. Sono disponibili vari tipi di viti in legno, ognuna adatta a determinate applicazioni: le viti truciolari, ad esempio, sono perfette per il fissaggio di pezzi di legno molto spessi, mentre le viti a testa piatta sono ideali per il fissaggio di lamelle. Prima di scegliere la tipologia di vite più adatta alle proprie esigenze è necessario tenere conto della testa (tonda, quadra, ecc.), dell’innesto (cotone, filetto, ecc.) e delle dimensioni (diametro del gambo e lunghezza).

A seconda del tipo di applicazione è possibile scegliere viti in legno con diverse teste:

Viti a testa piatta: sono le viti più utilizzate in quanto assicurano una buona resistenza alla trazione. Ideali per il fissaggio di lamelle e pannelli, possono essere utilizzate anche per il montaggio di mobili.

Viti a testa tonda: sono meno utilizzate rispetto alle viti a testa piatta ma garantiscono ugualmente una buona resistenza alla trazione. Possono essere utilizzate per il montaggio di mobili e per il fissaggio di pannelli.

Viti a testa quadra: offrono una maggiore resistenza alla trazione rispetto alle viti a testa piatta e tonda. Ideali per il fissaggio di pezzi di legno molto spessi, possono essere utilizzate anche per il montaggio di mobili.

 Viti truciolari

Le viti truciolari sono viti particolarmente adatte all’incollaggio di pezzi di legno. Hanno una punta piatta e un taglio netto, grazie al quale è possibile incollare i due pezzi di legno senza lasciare alcun residuo. La testa della vite è a forma di disco, mentre l’innesto (la parte che viene inserita nel foro) è cilindrico. Le viti truciolari sono disponibili in diverse misure, da 3 a 10 mm.

Per utilizzare questo tipo di vite, è necessario forare nel pezzo di legno da incollare. Il foro deve essere leggermente più piccolo rispetto alla dimensione dell’innesto della vite. In questo modo, la vite si bloccherà nel foro e non sarà possibile svitarla. Successivamente, inserisci l’innesto della vite nel foro e stringi con la chiave a brugola. A questo punto, non ti resta che avvitare la vite nel foro.

Vite giusta a seconda della tipologia di legno

Quelle per legno massiccio hanno una testa piatta e sono adatte al fissaggio di pezzi di legno molto spessi. Hanno un innesto a baionetta e delle punte appuntite. Sono disponibili in diverse misure, dal M5 al M16. Le viti per legno tenero sono quelle più comunemente utilizzate per il fissaggio di pezzi di legno tra loro. Hanno una testa cilindrica con foro centrale e un innesto a baionetta. Sono disponibili in misure da 2,5 a 10 mm di diametro e da 25 a 125 mm di lunghezza; per il compensato sono quelle con testa bombata, adatte a incastrare bene il materiale.

Dove acquistare viti per legno

Stai cercando dove acquistare viti per legno? Su Bsastore.it puoi trovare tantissime proposte, misure e modelli per riuscire a portare a termine i tuoi lavori di falegnameria o di fai da te. Con prezzi davvero competitivi e una selezione completa di viti specializzate per il legno ma anche tantissimi altri oggetti.