Prestiti personali: come richiederli online facilmente

prestiti-personali

Ci sono tante differenti possibilità di richiedere mutui e prestiti, il più comune e vantaggioso ultimamente è quello di muoversi online. Tra i più richiesti ci sono i prestiti personali, cioè piccoli finanziamenti di cifre non esorbitanti con lo scopo di acquistare un bene a scopo personale. I prestiti personali non sono utilizzati per l’acquisto di immobili ma per altri progetti legati alla singola famiglia o al soggetto. Tra le tante piattaforme consigliate c’è SubitoPrestiti che si occupa di prestiti personali offrendo le migliori condizioni grazie alle convenzioni INPS e NOIPA.

Prestiti personali: cosa devi sapere

Il prestito personale è un finanziamento richiesto da privati che hanno necessità di una somma senza dover giustificare eccessivamente il motivo; si parla infatti di prestiti “non finalizzati” che non vengono collegati direttamente all’acquisto di un determinato bene come ad esempio per il mutuo di una casa. In poche parole con il prestito personale il cliente riceve una somma che dovrà restituire a rate con un piccolo tasso di interesse per l’operazione svolta dall’istituto di credito.

I requisiti variano da singolo istituto ma il sito web che ti abbiamo suggerito ha a cuore le esigenze del cliente finale, per questo motivo offre ottimi tassi di interessi e un supporto concreto per lavoratori o pensionati ottenendo un prestito personale in solo 1 minuto direttamente da casa. Puoi richiedere un preventivo per comprendere le rate, la divisione e gli interessi: basta infatti selezionare la cifra richiesta, il tipo di lavoro svolto e alcuni altri piccoli campi come la provincia di abitazione ed ecco che viene fornito un preventivo personalizzato a seconda delle esigenze. Subitoprestiti.com si occupa di selezionare per te l’istituto di credito più conveniente e più rapido, dopo aver inserito i tuoi dati ti basterà infatti attendere poco tempo per una risposta.

Se hai necessità di liquidità e hai poco tempo per recuperare i soldi il prestito personale è sicuramente l’opzione migliore; in generale sono tra i più semplici da ottenere e possono richiederlo i cittadini tra i 18 e i 75 anni sia dipendenti pubblici che privati, pensionati e lavoratori autonomi. I 75 anni sono un tetto dato come data termine del finanziamento in generale da praticamente tutti gli istituti.

Se stai per procedere in questa direzione devi tenere in considerazione i costi di gestione e gli interessi, fare attenzione al totale erogato e alla quantità di soldi che dovrai dare ad ogni singola data. Inoltre, come per i mutui immobiliari, è importante capire come agire in caso di bisogno di dilazionare o ritardare alcune rate. Tra le diverse voci da prendere in considerazione ci sono TAN e TAEG: probabilmente li avrai già sentiti nominare da diversi spot ma di cosa si tratta? TAN è il Tasso Annuale Nominale e il TAEG è invece il Tasso Annuo Effettivo Globale d’Interesse. Questi due indici di costo vanno a determinare il tasso di interesse e di conseguenza quanto ti costerà il servizio.

Differenza tra mutuo e prestito

Molte persone tendono a sottovalutare la differenza sovrapponendo i concetti, in realtà si tratta di due procedure differenti. Entrambe forniscono un quantitativo di denaro da restituire a rate con un tasso di interesse ma per il prestito non vengono richieste eccessive garanzie e gli importi sono solitamente più bassi, il mutuo è da considerare una ipoteca su ciò che si desidera acquistare ha un tempo molto più lungo e ovviamente dà accesso ad un bacino di denaro più ampio.

Differenza tra prestito e finanziamento

Un’altra differenza importante è da fare tra finanziamento e prestito: nel caso del prestito personale la persona che lo richiede ottiene immediatamente quei fondi che può utilizzare come meglio crede purché ripaghi le rate come indicato. Il finanziamento è semplicemente un pagamento rateizzato per cui viene richiesto di versare mese per mese una spesa indicata per l’acquisto del bene.