Pico Squeeze: recensione della mod di Eleaf

Pico-Squeeze-mod-Eleaf

Le mods da svapo alimentate dal basso stanno diventando sempre più popolari ed apprezzate di giorno in giornoe, con i più importanti produttori di sigarette elettroniche impegnati a mettere la loro firma su questi dispositivi, stiamo iniziando a vedere alcuni adattamenti davvero interessanti.

Il Pico Squeeze riprende la forma familiare della iStick Pico, la prima Bottom Feed Box Mod di Eleaf.

Simile alla Kanger Dripbox, la Eleaf Pico Squeeze, è disponibile in una bella serie di colori: nero, argento, grigio, bianco, rosa caldoe utilizza il concetto del flacone che viene inserito dal fondo della mod come una cartuccia, che poi si sigilla con l’occhiello del flacone che viene spinto verso l’alto e all’interno della mod stessa, creando un meccanismo a prova di perdite.

Sulla base della tensione di uscita diretta e del chip incorporato che regola la potenza massima erogabile fino a 50W, questa mod si comporta più come una mod meccanica che una elettronica.

La Pico Squeeze ha un prezzo abbastanza economico, circa 15 euro per la mod, oppure 24 euro per il kit completo che include il Coral RDA, ma soprattutto è un ottimo squonker entry level, con un vantaggiosissimo rapporto qualità/prezzo.

Specifiche e caratteristiche della Pico Squeeze 

  • Tensione di uscita diretta
  • 50W massimo
  • 0,15 ohm a 3,5 ohm
  • Uscita che si regola sullo stato della batteria: batteria completamente carica = uscitamaggiore
  • Protezione contro l’inversione di polarità
  • design compatto: squonk ricaricabile
  • 46mm x 23mm x 75mm
  • Ergonomia studiata per una facile spremitura
  • Capacità del flacone da 6,5 ml, carica dal basso
  • Batteria da 18650, carica in alto
  • Funzionamento a pulsante singolo
  • Collegamento 510 carica a molla, placcato in oro
  • Porta di ricarica MicroUSB
  • 1A tasso massimo di carica

Il prodotto include:

  • iStick Pico Squeeze
  • Una bottiglia Squonk
  • Micro cavo di ricarica USB
  • Manuale utente

La nostra recensione di Eleaf Pico Squeeze 

Siamo stati davvero impressionati dalla qualità di questo piccolo dispositivo, specialmente considerando il prezzo basso della mod. Non solo è conveniente, ma costruita solidamente e la sensazione che da è di grande qualità generale.

È solo leggermente più alta del fratello, la iStick Pico, si adatta bene in mano e la posizione del foro squonk è molto naturale e facilmente raggiungibile.

Il flacone è abbastanza morbido e lo squonk richiede una pressione leggera, non si deve premere molto forte per ottenere un flusso di liquido ottimale.

Abbiamo notato che il sistema di fissaggio del flacone è davvero semplice da usare, molto meno complicato di altri, non dovendo spingere un tubo di silicone su un perno 510. Basta spingere in su il flacone fino al gommino in silicone all’interno del mod.

Gli unici problemi che abbiamo avuto con i flaconi sono relativi alla loro rimozione a causa delle tolleranze minime tra la larghezza dei flaconi e lo spazio disponibile nel mod. Ci è capitato di spaccare un flacone durante la rimozione dopo solo una settimana di utilizzo, per cui l’acquisto di flaconi di ricambio è probabilmente una buona idea.

Potenza della Pico Squeeze 

La Pico Squeezeregola la potenza fino a 50 Watt, quindi bobine sotto i 0,2 ohms non faranno grandi differenze dato che la potenza è bloccata automaticamente a 50w.

Detto questo, l’abbiamo provata con una bobina singola in acciaio inox da 0.2ohm e la produzione di vapore è stata più che buona.

Con resistenze che vanno da 0.2 ohm a 1.0 ohm si impiegano circa 10 ml di liquido con una configurazione ottimale. Infatti, il chip interno serve non solo ad autolimitare la potenza fino a 50 watt massimo, ma anche ad ottimizzare la scarica della batteria, preservandola da una scarica eccessiva che la danneggerebbe.

La batteria sembra durare a lungo, non abbiamo notato alcun calo di tensione notevole e la svapata è comunque sempre ottimale anche poco prima di dover ricaricare la batteria 18650.

Questo mod ha una piccola luce LED sul lato vicino alla porta del caricatore USB che si accende quando viene acceso. Dopo ogni accensione si accenderà di nuovo per un momento, emettendo due pulsazioni per indicare il livello della batteria. Una soluzione molto utile per monitorare lo stato della batteria.

Un lungo impulso senza pausa segnala che la batteria è quasi carica. 3 impulsi lunghi segnalano che la batteria è ancora carica. 3 impulsi veloci indicano invece che è ora di ricaricarla. Praticamente, più il LED lampeggia velocemente e più la batteria è scarica.

È dotato di protezione contro l’inversione di polarità, che è un punto a suo favore, e di un sistema di spegnimento a 5 click in modo da poterlo spegnere quando si vuole riporlo in tasca.

Pro 

  • Costruzione robusta con corpo rigido in alluminio
  • Grandi dimensioni
  • Semplice sostituzione della batteria
  • Cambio del flacone davvero semplice
  • Nessuna perdita di liquido
  • Flaconi molto morbidi
  • Ottima capacità del liquido
  • Presenza della molla 510
  • Comoda finestrella dalla quale vedere il livello del liquido
  • Prezzo economico

Contro 

  • Funzione solo bypass, quindi non ci sono display né tantomeno regolazioni
  • I flaconi possono rompersi con facilità durante l’estrazione
  • Limitata a soli 50 Watt
  • Non supporta atomizzatori di diametro superiore 23 mm

Le nostre considerazioni finali 

Questo è un grande piccolo mod entry level per chiunque cerchi una sigaretta elettronica adatta allo squonking. È affidabile, con un grande design e un sistema di attacco del flacone davvero cool. Ideale per essere utilizzata con prodotti per tiro di guancia. Potrebbe non essere sufficiente per tutti quei vapers che desiderano un wattaggio più alto, ma è perfetto per quelli ai quali 50 Watt sono più che sufficienti e desiderano avvicinarsi al bottom feeder.

Abbiamo notato, però, che le resistenze in dotazione nel kit hanno un’efficacia piuttosto bassa e il cotone è di scarsa qualità. Sebbene quindi la produzione di vapore è notevole, la resa aromatica non è niente di che, quindi dopo l’acquisto vi consigliamo di sostituire l’atomizzatore con uno più performante oppure di utilizzare delle coil diverse.

Comunque alla fine vale la pena acquistarlaperché il costo è veramente contenuto e si può comprare facilmente presso un rivenditore online affidabile e professionale.