Pavimento in resina: perché preferirlo alle piastrelle

pavimento-resina

Non è solo questione di stile o design, piastrellare casa ha un costo importante e va fatto scegliendo materiali adatti, facili da pulire, performanti e soprattutto in grado di resistere a lungo. Per questo motivo oggi vogliamo parlarti dei pavimenti in resina, un materiale speciale perché pratico da pulire e una soluzione efficace perché si può applicare senza necessità di demolire le vecchie piastrelle, avendo quindi il nuovo pavimento in pochissimo tempo. Per poter scoprire tutto sui pavimenti in resina visita il sito lartedeglistucchi.it, il sito dell’azienda che si occupa di ristrutturare senza demolire offrendo un nuovo look a case e ambienti di lavoro.

Pavimenti in resina: le caratteristiche e i vantaggi

Gli ultimi anni hanno visto il fiorire delle ristrutturazioni casa e il motivo è sicuramente collegato ai numerosi bonus messi a disposizione dal Governo; rifare la pavimentazione è impegnativo a livello di tempistiche e di costi ma anche di gestione dei lavori stessi. Per evitare di demolire le vecchie piastrelle e ottenere un ottimo risultato è stata introdotta la resina, un rivestimento alternativo ottimo sia in esterno che in interno ma adatto anche ai muri. Fino a qualche anno fa non veniva utilizzata in abitazioni residenziali ma per lo più in uffici o nelle attività, oggi però risulta una scelta efficace per i numerosi vantaggi. La superficie trattata con la resina ha un effetto liscio, risulta estremamente duratura e resistente. Interessante è anche il suo potere impermeabile che la rende quindi perfetta anche nei bagni o all’esterno. Non avendo fughe e avendo una superficie liscia il momento della pulizia è estremamente rapido.

Come accennato ad inizio articolo, evitando la demolizione un altro vantaggio della pavimentazione in resina è quella di poter ottenere il nuovo design di casa in poco tempo e a basso impatto. Hai il riscaldamento a pavimento? Non temere, la resina non va ad intaccare il funzionamento anzi, è un ottimo materiale con conduzione termica.

Riassumendo rapidamente i vantaggi dei pavimenti in resina troviamo:

– Il prezzo più contenuto rispetto a pavimenti in marmo o parquet

– I tempi più rapidi poiché non sono necessari demolizioni o altri interventi

– È in grado di resistere all’acqua

– Si pulisce facilmente

– Esistono in tantissime tipologie di colori e finish

Pavimento in resina VS piastrelle: le differenze

Ci preme trattare le differenze tra il pavimento in resina e le piastrelle, fino ad ora abbiamo solo raccontato quanti vantaggi abbia questo materiale rispetto alle mattonelle ma come scegliere tra le due tipologie di pavimentazione? Le piastrelle sono un rivestimento antico e sono quelle più utilizzate nelle case fino a qualche anno fa: sono realizzate attraverso l’utilizzo di impasti ceramici ma hanno dimostrato in alcuni casi di non reggere bene sbalzi termici, di mostrare segni di usura e di scheggiarsi facilmente. La resina invece permette una massima personalizzazione degli spazi, un’ampissima gamma di colori e finish tra cui scegliere e i numerosi vantaggi precedentemente raccontati. Il bello della resina è quella anche di poter realizzare decorazioni tridimensionali estremamente glamour.

Quanto costa il pavimento in resina?

Il costo dei pavimenti in resina varia da diverse tipologie di materiali: sicuramente è una scelta vantaggiosa in termini di tempo e non dovendo andare a demolire la pavimentazione precedente riduce i costi ma è anche vero che resine autolivellanti costano di più delle versione base.

Resina: il materiale top, soprattutto per il bagno

Tra le tantissime stanze che in un’abitazione privata possono essere realizzate con l’utilizzo della resina spicca il bagno. Il materiale durevole ed impermeabile si presta ad essere posato in questa stanza. Non solo per i pavimenti ma anche per il piatto doccia! Inoltre, la capacità di pulirlo in poco tempo ed igienizzarlo in modo efficace rende il materiale la scelta migliore.