Instagram Reel: lo strumento per diventare virali sui social

instagram-reel

Instagram è senza dubbio uno dei social più amati ma anche uno di quelli più in evoluzione; se Facebook resta più o meno fedele alla propria natura, Instagram si è già mostrato più volubile seguendo i trend del momento. L’ultimo “capriccio”, se così possiamo chiamarlo, di Mark Zuckerberg è stato quello di creare i reel, un prodotto molto simile a quello che vediamo su TikTok. TikTok, è diventato il social del momento e il gruppo Facebook non poteva farsi trovare impreparato; dopo aver studiato il fenomeno (come successo in passato per SnapChat che ha dato l’idea per le stories) ha introdotto i reel.

Cosa sono i Reel di Instagram

Lanciati ad agosto 2020, stanno prendendo sempre più piede diventando un vero e proprio successo anche in Italia. Proprio negli ultimi mesi influencer e creator hanno compreso l’importanza di utilizzare questo strumento e anche moltissimi social media manager spingono sull’utilizzo del tool per poter aiutare i propri clienti a diventare virali. La nuova feature va a stimolare la creatività attraverso il formato video. Piccoli filmati che giocano con effetti visivi e realtà aumentata della durata inferiore al minuto e con sottofondo musicale, i reel diventano uno degli strumenti più virali del social network.

I vantaggi per chi fa marketing (e non solo)

Il primo vantaggio che puoi notare utilizzando i reel è che sono lo strumento più potente per raggiungere non solo la propria community ma anche nuovi utenti potenzialmente interessati; Instagram sta puntando moltissimo su questo strumento ed ecco che fa funzionare gli insight privilegiando proprio questa tipologia di contenuto. Non si tratta però solo di un modo vincente per raggiungere più pubblico ma anche un modo di comunicare creativo e divertente che può aiutare a svecchiare la comunicazione e a rendere più ironici ed autentici i contenuti proposti. Ora che abbiamo capito di cosa si tratta e quali vantaggi puoi trarre cerchiamo di capire insieme come creare reel virali.

Come creare reel virali

Se cerchi informazioni su come creare reel virali dovresti seguire la guida di Wordsmart.it, sito web specializzato nel fornire guide complete ma semplici per poter scoprire tutto sul mondo della tecnologia e dei social network. Oggi, con l’aiuto di questo portale specializzato in guide informatiche vogliamo svelarti come realizzare i tuoi primi reel di successo in pochi passaggi.

Per prima cosa clicca sulla schermata apposita per poterne realizzare uno, ti renderai conto che l’interfaccia grafica è intuitiva proprio per facilitare l’utilizzo. Instagram mette a tua disposizione una serie di strumenti come ad esempio la durata, che varia dai 15 ai 30 secondi, l’audio dove potrai selezionare una canzone di tendenza, la velocità per poter creare effetti sul tempo, effetti per giocare con alcuni filtri o ritocchi, un timer per bloccare la registrazione e far partire un conto alla rovescia prima di riprendere la registrazione. I reel si possono creare assemblando diverse clip, una dopo l’altra, oppure registrando il tutto all’interno dell’app.

Se hai un’attività o un’azienda tieni in considerazione anche l’aspetto privacy: puoi scegliere di condividere il contenuto con tutti, solo con i tuoi amici oppure con una lista di amici stretti proprio come per le funzioni delle stories. Se il tuo scopo è diventare virale o fare personal branding, è consigliato mantenere la privacy aperta, così da raggiungere più persone possibili.

App consigliate per creare reel

Ci sono app che puoi utilizzare per creare dei reel ancora più accattivanti? La risposta è ovviamente sì, tra le più comuni c’è InShot che ti aiuta a proporzionare il video in formato 9:16 ma anche a creare tagli, aggiungere filtri ed editare in tutto e per tutto il filmato. Un’altra app popolare è FilmoraGo, è perfetta per creare sovrapposizioni di voci fuori campo in caso di tutorial ma anche per sovrapporre testo o adesivi. Altra app che ti consigliamo è VideoLeap, ha molte funzioni gratuite ed è facilmente utilizzabile anche da chi non è esperto di video making.