Hosting Economico ma di qualità: perché scegliere di risparmiare

Hosting Economico

Si è portati a pensare che i servizi più costosi siano sempre quelli più efficienti e allo stesso tempo molte persone mettono in dubbio l’effettiva qualità di un servizio più economico; ma se le cose fossero diverse? Parlando di tecnologia, ad esempio, questo fenomeno è piuttosto eclatante ma ci teniamo a dire che il binomio low cost e scarsa qualità non è affatto la verità, o comunque non sempre. A fare la differenza sono le singole aziende che propongono un prodotto o un servizio; parliamo ad esempio di hosting… sei sicuro che un hosting economico non risponda al 100% alle tue esigenze? Siamo nel 2022, e risparmiare è importante: non per questo però dovrai rinunciare alla qualità. È possibile individuare un servizio di hosting a basso costo che possa rispondere a tutte le esigenze del cliente.

Cosa sapere prima di scegliere un hosting

Un hosting è un servizio che mette a disposizione dei clienti spazi su un server web. In pratica, tramite un hosting, è possibile creare un sito internet e rendere visibile quest’ultimo in tutto il mondo. Esistono vari tipi di hosting, ma il più diffuso è quello condiviso, ovvero quando più utenti condividono lo stesso spazio su un server. Quando si deve scegliere un hosting, bisogna tenere in considerazione alcuni fattori: la dimensione del sito, il numero di visitatori e l’utilizzo che se ne fa. Inoltre, bisogna valutare la qualità del servizio offerto e le caratteristiche tecniche.

Come accennato esistono diverse tipologie:

  • Hosting Virtuale. È un servizio che permette di avere una propria presenza online, attraverso la creazione di un sito web, senza dover acquistare ed utilizzare un server fisico. L’hosting virtuale si basa sulla condivisione di risorse tra più clienti, che possono usufruire dell’infrastruttura messa a disposizione dal fornitore. Questo tipo di servizio è particolarmente indicato per piccole e medie imprese, che non hanno bisogno di gestire direttamente il proprio server.
  • Hosting Condiviso. L’hosting condiviso è il più economico e consiste nella condivisione dello stesso server tra più clienti. Questa tipologia di hosting è indicata per chi ha poca esperienza in materia informatica, in quanto il fornitore si occupa di tutto il necessario per l’erogazione del servizio. Inoltre, essendo un servizio estremamente flessibile, può essere adattato alle esigenze specifiche del cliente.
  • Hosting Dedicato. L’hosting dedicato è un tipo di hosting che prevede l’utilizzo di un intero server dedicato a un solo cliente. Questo significa che il cliente avrà a disposizione tutte le risorse del server e non dovrà condividerle con altri utenti.

Hosting Economico: ci sono dei limiti?

Abbiamo capito che non serve per forza avere un abbonamento super costoso per trovare un hosting di buona qualità ma ci sono dei limiti? E cosa tenere a mente per risparmiare? Quando si acquista un hosting online, spesso per mancata competenza, si sceglie un pacchetto completo: backup dello spazio, mysql, campagne pubblicitarie sono solo alcuni esempi di servizi aggiuntivi che vengono proposti. Ma ti servono davvero? Il più delle volte il prezzo lievita anche per queste funzioni che nemmeno sono davvero utili per te. E per quanto riguarda lo spazio? Non partire subito da una risorsa XXL, affidati solo a chi propone la scalabilità e aumenta gradualmente in base alle esigenze, in questo modo terrai sotto controllo i costi.

Per capire come scegliere, non dovrai badare solo al prezzo ma allo spazio di cui hai bisogno, alla tipologia di sito (blog, e-commerce, sito vetrina), volume ipotetico che dovrà gestire l’hosting, il numero di caselle email, la struttura del sito web. Ma l’hosting economico ha dei limiti? Possiamo dirti che molte formulazioni propongono pacchetti base e low cost assolutamente sufficienti per la maggior parte dei blog e dei siti web che puoi creare; quelli molto più costosi sono diretti a piani business con un numero davvero alto di visite.