Cosa vedere in Giappone se sei un amante dei manga e degli anime

cosa-vedere-giappone

C’è un motivo per cui il Giappone è una meta tanto amata dai turisti di tutto il mondo? Questo Paese è a dir poco particolare, perché al suo interno convivono due identità: c’è il Giappone tradizionalista, che continua a sopravvivere nel corso dei secoli con abitudini e consuetudini. E c’è il Giappone moderno, patria della cosiddetta Cultura Pop. Ed è così che oggi vogliamo scoprire cosa vedere, da Tokyo a Kyoto, se amiamo anime e manga: luoghi speciali. Se stiamo pensando di venire qui in vacanza, possiamo scoprire cosa vedere in Giappone, info utili su viaggiareingiappone.it: torna utile per costruire il proprio itinerario, ma non solo.

Itinerari in Giappone attraverso anime e manga

Non è difficile costruire un itinerario tra anime e manga in Giappone, e crediamo che sia a dir poco doveroso iniziare da un “tempio” per gli amanti della cultura pop. Ci riferiamo al Ghibli Museum, che è stato realizzato dallo Studio Ghibli, la cui figura di riferimento è indubbiamente il maestro Hayao Miyazaki.

Ghibli Museum

Il Museo Ghibli è  a dir poco un’istituzione, una sorta di mondo delle fiabe. Perché è qui che possiamo ammirare tutte le meraviglie di cui lo Studio Ghibli si è occupato nel corso degli anni. Non mancano ovviamente i riferimenti ai personaggi dei film Ghibli famosi. All’ingresso, c’è un Totoro: da lì, possiamo acquistare il biglietto, che è già super interessante. Il motivo? I biglietti del museo Ghibli sono pellicole: in controluce, possiamo assistere alla scena di un film.

Naturalmente, c’è tanto da vedere all’interno del Museo, che è composto da ben quattro piani. Non esiste un percorso ben definito, però, perché è stato pensato per stupire i visitatori e lasciarli liberi di scegliere. Sicuramente suggeriamo di osservare il Cat Bus e il Saturn Theatre. L’aspetto più intrigante è che nel Saturn è possibile visionare dei cortometraggi originali che vengono mostrati solo qui.

Suginami Animation Museum

A Tokyo troviamo anche il Suginami Animation Museum, e qui si trovano moltissimi studi di animazione. Possiamo visionare una tra le collezioni più importanti per il cinema d’animazione. Naturalmente, non mancano sale cinema e video, ma ci sono anche dei laboratori di disegno in cui è possibile osservare gli anime: possiamo addirittura metterci noi alla prova.

Nerima

Per coloro che amano manga e anime, avere la possibilità di andare nel quartiere Nerima a Tokyo è un sogno a occhi aperti, più di un desiderio. Del resto è proprio qui che troviamo le sedi di numerosi studios, ma non solo. Ci sono infatti anche testimonianze importanti della storia dell’anime, ed è qui che è nata l’animazione stessa.

Dove possiamo andare al quartiere Nerima a Tokyo? Noi suggeriamo assolutamente di fare un salto al Toei Animation Museum. Prepariamoci allo stupore, perché stiamo parlando della casa di produzione che, fin dal 1956, anno della fondazione, ha sfornato meraviglie: Dragon Ball, Sailor Moon, i Cavalieri dello Zodiaco, Candy Candy, Kiss me Licia. Un vero e proprio tempio.

Manga International Museum

Per chi si trova a Kyoto, c’è indubbiamente una meta che non si può proprio non inserire nella propria lista dei luoghi da vedere almeno una volta nella vita. Ci stiamo riferendo al Manga International Museum, che è stato aperto nel 2006, e la struttura si trova in una ex scuola elementare.

Al suo interno possiamo visionare ben 300 mila opere e rarità, ma sicuramente uno dei punti più interessanti è il Manga Wall, e il motivo è semplice. Parliamo di un muro che si estende per 200 metri, e che include ben 50mila volumi. C’è di più: all’interno di questo museo non manca un giardino artificiale in cui prendersi del tempo per sé e leggere il manga del cuore. Da non perdere.