Arredare un ufficio moderno

 

L’architettura e il design d’interni sono cambiati in modo radicale. La trasformazione è dovuta ai cambiamenti del gusto, delle modalità di progettazione e concezione degli arredi, delle nuove destinazioni d’uso di stanze, vani e ambienti.

Un esempio è dato dall’ufficio moderno, oggi più che mai emblema del cambiamento estetico in termini di design d’interni.

A testimonianza di ciò, vediamo come arredare un ufficio rispettando i canoni della modernità!

L’ufficio moderno minimal

Partendo dall’ufficio minimal, un ambiente di questo tipo si contraddistingue per la sua leggerezza, le forme squadrate e i contrasti cromatici. In uffici simili si nota facilmente la distinzione tra elementi chiari ed elementi scuri, oltre che una sostanziale assenza di decorazioni.

Per quanto riguarda gli elementi distintivi, in un ufficio minimal non mancano divisori in vetro, complementi d’arredo in legno chiaro, pannelli laccati e arredi in pelle, tutti dettagli che contribuiscono ad aumentare l’eleganza degli ambienti descritti.

L’ufficio moderno in stile industriale

Venendo all’ufficio moderno in stile industriale, quest’ultimo si contraddistingue per aspetti differenti. A partire, ovviamente, dalla grandezza degli spazi interni, oltre che dalla tipologia di materiali adoperati nella concezione degli arredi.

In linea generale, in un ufficio in stile industriale non devono mancare elementi realizzati in ferro e in legno. Inoltre, non si trascuri la possibilità di procedere con l’installazione di mobili di recupero, caratterizzati da un aspetto rustico e vintage.

L’ufficio moderno pop

In maniera opposta allo stile industriale, il pop prevede colori accesi, tonalità sgargianti e, più in generale, forme arrotondate, che richiamino lo stile fumettistico.

A caratterizzare uffici simil, tra le altre cose, vi possono essere riferimenti (di natura estetica e visiva) alla cultura pop cinematografica. Il fine ultimo del designer, impegnato nella realizzazione di ambienti simili, dovrà essere quello di creare spazi di lavoro stimolanti, in cui permettere agli impiegati di “vivere” nell’originalità. E, da questa, esserne ispirati.

L’ufficio moderno in stile nordico

Infine, l’ufficio moderno in stile nordico. Un designer d’ambienti, operante nei contesti del Nord, sa bene quanto sia importante “contrastare” i lunghi mesi di buio che caratterizzano le aree settentrionali del pianeta.

Da ciò ne deriva la necessità di realizzare spazi in cui risalti la chiarezza, la luminosità, stanze e uffici di lavoro in cui prevalga il colore bianco. Quest’ultimo andrà accostato a pavimenti in legno, in accordo con il resto degli arredi.

Per quanto riguarda le forme, spazio a mobili dalle linee morbide e concepiti con materiali naturali.

La scelta degli arredi: dalle scrivanie alle sedie

Terminata la delineazione dell’estetica dell’ufficio, l’obiettivo sarà quello di scegliere degli arredi di qualità, che si adattino allo stile prescelto.

All’interno di un ufficio non potranno mancare elementi che permettano di svolgere il proprio lavoro. È il caso, ad esempio, di sedie, scrivanie e dispositivi per l’illuminazione degli ambienti.

L’ideale sarebbe optare per un’illuminazione naturale, specie in quei contesti in cui si è prescelto uno stile più naturalistico (vedasi l’ufficio di lavoro arredato in stile nordico). Tuttavia, non si trascuri l’installazione di elementi illuminanti di varia tipologia, dai pannelli LED alle lampade di design.

In ultima istanza, all’interno dell’ufficio non potranno mancare schedari e librerie per l’organizzazione della documentazione aziendale.

Da evidenziare, a tal proposito, l’importanza di rispettare una certa consonanza estetica nella scelta dei materiali degli arredi: l’obiettivo dovrà essere quello di rispettare lo stile dell’ufficio, creando abbinamenti e, più in generale, un aspetto estetico quanto mai unitario.