Amministrazione di condominio: poteri e doveri dell’amministratore

Amministrazione-di-condominio

Il condominio è un tipo di abitazione in cui diversi proprietari possiedono unità nello stesso edificio o complesso e condividono spazi comuni fondamentali. L’amministratore di condominio è colui che gestisce le operazioni quotidiane di un complesso condominiale per conto dei proprietari delle unità. In questo post spieghiamo cosa fa l’amministratore di condominio e quali sono i poteri e i doveri che comporta questa posizione.

Che cos’è l’amministratore di condominio?

L’amministratore di condominio è la persona che supervisiona le operazioni quotidiane di un complesso condominiale per conto dei proprietari delle unità. Questa persona ha due compiti: gestire le operazioni quotidiane del complesso condominiale e garantire che tutti seguano le regole stabilite nel piano condominiale (chiamato anche dichiarazione o statuto).

Poteri e doveri dell’amministratore di condominio

I poteri e i doveri dell’amministratore di condominio sono gli stessi:

Supervisione delle operazioni quotidiane del complesso condominiale

– L’amministratore deve garantire che il complesso condominiale funzioni senza intoppi, che le aree comuni siano pulite e in buone condizioni e che vengano rispettate le regole stabilite nel piano condominiale. Ciò include la gestione delle finanze dell’edificio.

Assicurarsi che tutti seguano le regole stabilite nel piano condominiale

– L’amministratore è responsabile dell’applicazione delle regole stabilite nel piano condominiale. In generale, i proprietari delle unità non possono far rispettare le regole da soli: devono rivolgersi all’amministratore del condominio.

Limitazioni dei poteri

Sebbene i poteri dell’amministratore siano ampi, vi sono alcune limitazioni. Ad esempio, l’amministratore non può

Aumentare le quote di manutenzione mensili che i proprietari delle unità pagano per coprire i costi di manutenzione del complesso condominiale

– I proprietari delle unità devono essere d’accordo con qualsiasi aumento delle loro quote di manutenzione. – Apportare modifiche importanti al complesso condominiale senza il consenso dei proprietari delle unità. Queste modifiche comprendono qualsiasi ristrutturazione o alterazione del complesso condominiale, nonché le regole che l’amministratore inserisce nel piano condominiale.

Prendere decisioni sull’uso e la manutenzione delle singole unità

– Mentre l’amministratore può far rispettare le regole sulle aree comuni, non può dire ai proprietari delle unità cosa fare nelle loro unità.

Come scegliere l’amministratore di condominio

Se state cercando un amministratore di condominio e volete avere un maggiore controllo sulla situazione dello stabile, continuate a leggere per avere alcuni consigli utili. Come si fa a capire se l’amministratore attuale sta facendo un buon lavoro? Quali sono le qualità importanti da ricercare in un nuovo amministratore di condominio? Cosa dovreste considerare prima di assumerne uno nuovo?

Il modo più semplice per misurare la qualità del vostro amministratore di condominio è controllare le condizioni in loco. Le richieste di riparazione ricevono una risposta tempestiva? Vengono riparate? Ci sono segni di manutenzione differita? Le aree comuni sono tenute pulite? Le misure di sicurezza sono aggiornate e ben monitorate? Se l’amministratore sta facendo un buon lavoro, vedrete queste cose nel vostro edificio. Un amministratore scadente potrebbe concentrarsi più sulla riscossione delle quote che sulla buona gestione dell’edificio, mentre un buon amministratore si concentrerà sul benessere della comunità.

Ogni anno, all’assemblea è consentito chiedere una sostituzione che verrà eseguita a votazione: potrete chiedere un nuovo professionista presentando dei preventivi e poi sarà necessario votare perché tutto il condominio decida.

Quali sono i requisiti di un buon amministratore?

  • Un amministratore che lavora nel settore da molto tempo avrà visto molte situazioni e avrà maggiori possibilità di gestire una crisi rispetto a un novellino. Chi lavora nel settore da molto tempo sarà anche in grado di fornirvi i nomi dei clienti passati, in modo che possiate controllare le referenze.
  • Reputazione e raccomandazioni. Un buon amministratore avrà una reputazione nella comunità e tra le altre associazioni condominiali. Potete leggere le recensioni online o chiedere ai vostri vicini di casa di consigliarvi un potenziale amministratore.
  • Spiccate capacità di comunicazione. Avrete spesso a che fare con il vostro amministratore, quindi è importante che sia reattivo. Dovrete anche essere in grado di comunicare in modo chiaro ed efficace con il vostro amministratore, in modo da ottenere i risultati che desiderate.

Se state cercando esperti in amministrazione di condominio, Prodomus opera con due uffici a Selvazzano Dentro in provincia di Padova e Altavilla Vicentina in provincia di Vicenza. con esperienza, affidabilità e certificazioni, si affiancano ai propri clienti ricevendo su appuntamento e tutelando al 100% l’immobile e i suoi interessi.