meditazione-vipissana

Tra le discipline che possiamo praticare anche in casa per ritrovare un profondo senso di benessere e un migliore equilibrio c’è la Meditazione Vipassana: conosciuta con il termine di Vipassana Insight Meditation, è una tecnica molto all’avanguardia che proviene dell’antica tradizione buddista Theravada. Il nome deriva dal Pali, e il significato è “vedere chiaramente” o “guardare dentro”. Veniva praticata 2500 anni fa, e spesso è stata descritta come un “rimedio universale”.

Abbiamo detto che si può praticare da casa e, in effetti, è del tutto possibile con il corso Meditazione Vipassana online: su vipassanadacasa.it, si può seguire il corso introduttivo, un “impegno di 10 giorni con te stesso”, e insegna le basi della meditazione. Un’opportunità per tutti coloro che desidererebbero imparare, ma che non si sentono pronti, o che non hanno modo di partecipare ad un ritiro in presenza, che di solito ha una durata di almeno 10 giorni.

Cos’è la Meditazione Vipassana

Questo metodo buddista purifica la mente, consentendo di trovare una via d’uscita alle sofferenze. Le origini della Meditazione Vipassana risalgono a 2500 anni fa: nata in India, è una tecnica spirituale che consente di raggiungere la comprensione della materia e della mente. Oggi è praticata da religiosi e laici, ed è una tecnica di auto-osservazione, un modo per purificare la mente e per raggiungere quella che si chiama piena consapevolezza di sé.

I suoi fondamenti si trovano nel Grande discorso sui fondamenti della presenza mentale (Satipatthana Sutta): un esercizio meditativo che, mediante la pratica, consente di attuare un processo di auto-trasformazione, fino a modificare il proprio modo di reagire agli eventi. Nota spesso come “meditazione di visione penetrativa” o “visione profonda”, ci si impara a conoscere, sessione dopo sessione.

I principi della Meditazione Vipassana

Prima di tutto, è una meditazione contemplativa: la pratica si concentra sulle sensazioni provate dal corpo, fino a purificare e rimuovere le sofferenze, le angosce, il dolore. Vengono allenate le proprie capacità contemplative, in modo tale da operare un distacco da tutto ciò che è materiale, per conoscere quello che è spirituale. Stando a quanto affermato dal Buddha, spesso la causa delle nostre sofferenze è da trovare nel desiderio e nell’illusione. Lo scopo, invece, è quello di raggiungere uno stato di felicità immortale e sovramondana: uno status che permette di vivere qui e ora, e che non è dipeso da nessun oggetto o realtà materiale.

La capacità di “guardare attraverso” non è impossibile da allenare, anzi, è del tutto fattibile con la Meditazione Vipassana. Per chi non ha mai avuto l’occasione di poterla approfondire come avrebbe voluto, con vipassanadacasa.it c’è l’opportunità di iniziare a osservare il mondo e se stessi in modo diverso, con tanti benefici.

Raggiungere uno stato di consapevolezza è un modo concreto per comprendere le emozioni, le sensazioni fisiche, e quali hanno radici nella mente. L’autoanalisi diventa uno strumento potente per affrontare la quotidianità con una serenità diversa. Con una consapevolezza maggiore. Ovviamente, è una pratica che richiede molto esercizio, e i benefici sono progressivi: nulla funziona dall’oggi al domani, soprattutto la meditazione, che implica un lavoro profuso su se stessi.

I benefici della Meditazione Vipassana

Abbiamo visto a grandi linee i benefici della Meditazione Vipassana, parlando di consapevolezza e di felicità. Ma ci sono molti altri aspetti da non sottovalutare, tra cui la riduzione dello stress, dell’ansia e della depressione. Riuscire a osservare i propri pensieri, i propri sentimenti e le proprie emozioni senza esserne travolti è un atteggiamento positivo, ma soprattutto un modo concreto per ritrovare la pace e la serenità. Calmando la mente, riusciamo a liberarla dallo stress ed eliminiamo la sofferenza interiore poiché possiamo gestire le emozioni al meglio.

Ci sono dei vantaggi concreti anche per la concentrazione e la memoria: la meditazione insegna a gestire meglio il flusso dei pensieri, così da riuscire a rimanere focalizzati su quanto dobbiamo fare e senza farci sempre travolgere. Infine, come abbiamo visto, la Meditazione Vipassana promuove una maggiore introspezione. Spesso siamo “vittime” di schemi mentali e di emozioni e reazioni senza saperlo. Ma un modo per aumentare la capacità di gestire eventi improvvisi, con conseguenze positive persino per le relazioni interpersonali, esiste.