Sentirsi in disordine o trasandati è una cosa capace di rovinare un’intera giornata. Quante volte vi è capitato di voler mettere proprio quella camicia e accorgervi che in realtà non solo è piena di grinze, ma non avete nemmeno un ferro da stiro a portata di mano. Dovete cambiare outfit? Niente affatto! In questo articolo vi spiegheremo tutti i trucchi necessari per stirare una camicia senza ferro da stiro!

La camicia stropicciata a volte ha il suo fascino: il look finto-trasandato dona un tocco casual che intriga e cattura lo sguardo. Il problema è che spesso è il contesto a dettare legge e ci sono determinate situazioni che impongono un certo rigore, come una cerimonia o un’importante riunione di lavoro. Con questi semplici trucchi potrete risolvere in fretta e senza stress l’assenza del ferro da stiro!

Stendere bene e non lasciare gli indumenti in lavatrice

Ve lo ricordate il proverbio che dice: chi ben comincia è a metà dell’opera? Perfetto! Se lasciate gli indumenti ma soprattutto la camicia dentro la lavatrice per ore, il risultato sarà stendere un capo pieno di grinze che richiederà almeno un quarto d’ora di tempo per diventare presentabile. Evitate la centrifuga troppo energica, 800 giri possono andar bene, e stendete il capo subito dopo la fine del lavaggio. Per farlo a regola d’arte non dovrete far altro che sfruttare le leggi della gravità che sono naturalmente alleate di un indumento steso bene. Tutto qui? Purtroppo no perché sappiamo bene che queste accortezze, seppur fondamentali, non sono sufficienti: le pieghe sono sempre in agguato!

Occhio al colletto

Di necessità virtù: qual è la parte visibile della camicia? Senza dubbio il colletto, in particolar modo se indossate un maglione, oppure quella centrale nel caso indossiate una giacca. Prestate quindi attenzione a questi particolari che, se presentati in maniera perfetta, non riveleranno a colleghi e amici che il resto della camicia è tutto spiegazzato!

La saggezza delle nonne: il trucco della pentola calda

Proviamo a riflettere: in assenza del ferro da stiro, abbiamo bisogno di trovare un altro metallo caldo e pesante. Sapete come facevano le nostre nonne? Usavano le pentole! Il trucco sta nel riscaldare un po’ di acqua in una pentola pesante di acciaio. Nel frattempo stendete la camicia su una superficie piana, come il tavolo della cucina, protetta da un asciugamano o comunque da un telo. L’acqua è calda? Spegnete il fuoco e, facendo attenzione a non scottarvi, passate la pentola sul tessuto proprio come se fosse un ferro da stiro. Anche se le prime volte troverete i passaggi un po’ difficili, non demoralizzatevi, è tutta questione di allenamento!

Vuoi stirare la camicia senza ferro? Usa il termosifone!

Questo è sicuramente un suggerimento valido soltanto nella stagione fredda, però può risolvere in fretta il problema. Prendete la vostra camicia ancora umida o, se è già asciutta, bagnatela con uno spruzzino. Mettetela sul termosifone, avendo cura di stenderla senza pieghe. Acqua e calore vi aiuteranno in breve tempo ad avere un capo semplicemente perfetto!

Stirare la camicia con il phon

Questo consiglio è rivolto soprattutto a chi si ritrova in hotel con la camicia tutta spiegazzata. Tutto quello che dovete fare è inumidire con le mani o uno spruzzino il tessuto, sistemarlo su una gruccia da appendere a una maniglia o all’asta della doccia, e sfruttare l’azione dell’aria calda del phon per distendere le varie pieghe.

Una volta finito, lasciate asciugare con cura la camicia altrimenti le pieghe torneranno in un battibaleno!